Arrosto di vitello cotto in pentola

Piatto classico che di solito si prepara in occasioni speciali. Si può cuocere anche al forno ma stavolta ho preferito la versione in pentola. In genere si gusta con le patate al forno o cotte in padella, ma si può abbinare anche alle zucchine, ai funghi champignon o ad altre verdure!

arrosto-vitello

Ingredienti

  • Arrosto di vitello (1kg ca)
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 scalogno
  • 3 cucchiai d'olio d'oliva
  • un po' di burro
  • Un bicchiere di vino bianco
  • Salvia e rosmarino
  • Sale e pepe
  • Acqua

Come l'ho preparato 

Ho preso il pezzo di vitello già legato, con del rosmarino sotto la cordicella. L'ho cosparso di sale e un po' di pepe, ho aggiunto anche della salvia e altro rosmarino. In una pentola capiente ho fatto un soffritto con l'olio,un po' di burro, lo scalogno, la carota e il sedano tritati. Ho messo in padella il vitello e l'ho fatto rosolare sui 4 lati. Ho aggiunto il vino bianco, l'ho fatto sfumare e poi ho versato un po' d'acqua. Ho fatto cuocere l'arrosto per circa 1 ora e mezza , girandolo spesso (l'arrosto va curato molto!).  

L'arrosto è cotto quando infilzandolo con una forchetta non esce un liquido rosato ma trasparente. Prima di servire l'arrosto ho frullato il sughetto affinché avesse una consistenza un po' più omogenea. Ho lasciato raffreddare l'arrosto, ho tolto lo spago (e non è stato facilissimo) e quindi l'ho tagliato a fette.

Gabby

11 commenti:

  1. Non c´e´ una e una sola persona che parla di temperature interne della carne al fine di poter regolare la cottura a proprio piacimento - al sangue- rosato- al punto-.

    RispondiElimina
  2. Sì è vero. Se si vuole essere veramente precisi si può mettere un apposito termometro nella polpa. La carne di vitello è ben cotta quando la temperatura interna raggiunge i 71-72 gradi.

    RispondiElimina
  3. Per anonimo, su 10 persone forse 1 o 2 hanno il termometro, quindi era perfetto il consiglio della forchetta

    RispondiElimina
  4. L'arrosto e'gia buono, ma io lo preferisco a pezzetti con il suo sugo di cottura per condire delle squisite tagliatelle.....

    RispondiElimina
  5. Buonissimo anche con la pasta! Grazie per il suggerimento!

    RispondiElimina
  6. molto buono quello della morosa....non so temperatura di cottura o colore dei liquidi....ma l'arrosto era veramente buono....

    RispondiElimina
  7. Spiegazione semplice e chiara....senza dischi volanti...brava!!!

    RispondiElimina
  8. Ma va poi coperto durante la cottura?

    RispondiElimina
  9. Io l'ho cucinato stamattina, seguendo in parte la tua ricetta. Ho acquistato da pochi mesi un tegame grande in alluminio pressofuso, non di marca famosa e pubblicizzata, di notevole spessore, con rivestimento tipo granito e munito di coperchio in vetro. Non ho usato sedano, carota e scalogno ma solo erbe aromatche (rosmarino, salvia, alloro e timo), olio e.v.o., vino bianco (castelli romani) e poi rosso (merlot). Dopo 1 ora e un quarto circa di cottura, ho tolto la carne dal fuoco e, dopo 3 o 4 minuti, l'ho tagliato a fette di circa 1½ cm che ho poi rimesso nel tegame, finendo la cottura peR altri 10 minuti. Mia moglie, giudice assoluto in casa mia, mi ha fatto i complimenti. Grazie, comunque, per la ricetta che hai postato, che mi è servita come base, soprattutto per il tempo cottura.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Le ricette del momento