Risotto con carote ed emmental

Risotto_con_carote_ed_emmental  

Ho trovato la ricetta del risotto con carote ed emmental ne “ Il ricettario dell’orto”: il riso tostato viene cotto nel brodo insieme alle carote frullate. Emmental e panna ( poca) aggiunti a cottura quasi ultimata completano questo gustoso piatto.

 

Ingredienti per 4 persone

  • 380 g di riso ( ho usato il Carnaroli perché tiene molto bene la cottura)
  • 4 carote
  • 50 g di emmental
  • 1 cipolla
  • 2 cucchiai di panna
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 50 g di burro
  • sale e pepe

 

Lavate, pulite le carote e riducetele a pezzetti. Frullatele aggiungendo il vino bianco. In un tegame fate sciogliere una noce di burro ed appassitevi, a fiamma bassa, metà cipolla tritata finemente. Versate le carote frullate con il vino, alzate la fiamma e scaldate per pochi minuti.

In una casseruola fate soffriggere dolcemente la cipolla rimanente nel burro rimasto. Versate il riso alzate leggermente la fiamma e fatelo tostare: mescolatelo con il cucchiaio di legno velocemente e continuamente fino a quando il riso diventerà traslucido ( il riso sarà tostato quando il cucchiaio di legno incomincerà a fare attrito con il fondo della casseruola).

Rovesciate nella casseruola 2-3 mestoli di brodo bollente e, quando questo sarà stato assorbito, aggiungete via via altro brodo: il risotto deve essere curato e mescolato spesso con il cucchiaio di legno. Dopo circa 15 minuti, aggiungete le carote, salate e pepate.

Mescolate e cuocete ancora per circa 5 minuti ( il riso dovrà risultare cotto al dente cioè cotto al punto giusto: in altre parole, deve conservare la sua consistenza). Aggiungete l’emmental tagliato a listarelle sottili e la panna e mescolate bene. Spegnete il fuoco e fate riposare il risotto coperto qualche minuto. Servite.

 

La ricetta nella sua versione originale prevede di far cuocere il riso nella stessa casseruola in cui vengono fatte scaldare le carote insieme all’intera cipolla tritata e a tutto il burro.

 

L’emmental è un formaggio svizzero a pasta dura semicotta dal sapore aromatico.

La tostatura del riso dovrebbe avvenire ad alta temperatura cioè a fuoco vivace. Per evitare che la cipolla bruci, dopo averla fatta soffriggere dolcemente nel burro, si fa tostare il riso alzando la fiamma, ma meno di quanto occorrerebbe. Un’ altra soluzione potrebbe essere quella di tostare, a fuoco vivace, il riso nel burro sciolto caldo e di aggiungere la cipolla, fatta appassire a parte, quando il riso sarà tostato e appena prima di cominciare a versare il brodo.

FIRMA RICETTE CECILIA

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Le ricette del momento